Per accedere al e poter ottenere garanzie, il Ministero del Tesoro ha individuato alcuni criteri guida che dovranno seguire i garanti per valutare la meritevolezza del richiedente:

– Effettivo stato di bisogno del richiedente e serietà della ragione dell’indebitamento
– Capacità di rimborso del finanziamento concesso in base al reddito documentabile
– Entità dell’importo complessivo debitorio a carico del richiedente che deve rientrare entro i limiti di garanzia (Euro 30.000 circa da rimborsare in massimo 84 rate)

A chi si rivolge il Fondo e come fare la richiesta

Il Fondo si rivolge esclusivamente alle famiglie, non imprese, che si trovano in situazioni di difficoltà economica (sovraindebitamento) e che per questa difficoltà non sono più in grado di coprire con le loro entrate mensili tutte le spese necessarie per il sostentamento del nucleo familiare (vitto, fitto, rata del mutuo, bollette, spese sanitarie, ecc.).

Il Fondo di prevenzione gestito da Adiconsum opera a livello nazionale, pertanto tutti coloro che si trovano nella situazione sopra descritta, possono rivolgersi direttamente alla nostra sede nazionale.
Se volete mettervi in contatto diretto con noi per avere ulteriori informazioni potrete farlo attraverso i seguenti canali:

Scrivendo una lettera a: Adiconsum Largo Vessella n. 31- 00199 Roma (nuovo indirizzo)
Tel : 06 44 17 02 38  / Lunedì e Venerdì   dalle 10.00 – 13.00  Mercoledì  dalle 15.00 – 17.00

Fax : al n. 06.44 17 02 30

Mail : prevenzioneusura@adiconsum.it  (i documenti inviati non verranno restituiti)

SCARICA LA DOMANDA ACCESSO AL FONDO (.pdf)

Non appena avrete ricevuto tutte le necessarie informazioni da parte dei nostri operatori, e una volta stabilita la presenza dei requisiti necessari per accedere al Fondo potrete presentare la domanda per l’ottenimento della garanzia.

Il Comitato

E’ una commissione presieduta da un Presidente e da una serie di esperti che vantano competenze specifiche nelle materie, fina nziarie, giuridiche e sociali.

Il Comitato una volta valutata la presenza o meno dei requisiti delibera la concessione o la mancata concessione della garanzia utile per l’attivazione del finanziamento.

La risposta del Comitato viene fornita tramite lettera raccomandata.

Contemporaneamente il Comitato invia una comunicazione scritta (con allegata documentazione) alla banca convenzionata, che dopo un ulteriore esame della richiesta, concede il prestito alle condizioni previste dalla convenzione stipulata tra il Fondo e la banca.

Informativa sul trattamento dei dati personali e la sua protezione come da Regolamento (UE) 2016/679 GDPR
Leggi l’informativa Completa del Fondo prevenzione Usura
Aggiornata al 24 Maggio 2018