Anche i cittadini veronesi hanno dimostrato di essere favorevoli alla gestione collettiva del servizio idrico e contrari all’ingresso di imprese private nel controllo del bene comune acqua. Il Comitato Acqua Bene Comune dal 24 aprile ha iniziato a Verona la raccolta delle adesioni firme per indire il referendum contro la privatizzazione della gestione dell’acqua. Sabato 26 giugno si è conclusa la campagna cittadina con due punti di raccolta firme in via Cappello presieduti dai componenti del Comitato. I risultati sono stati entusiastici: centinaia di persone si sono susseguite al banchetto.Moltissime si sono fermate spontaneamente, anche tra coloro che avevano già apposto la firma, attirate dall’occasione democratica di esprimere direttamente la propria opinione ed incuriosite da un’originale “installazione”. Nel punto di raccolta è stato, infatti, predisposto un teatrino, formato da sagome di cartone con soggetti raffiguranti i “ladri d’acqua”, macchie nere alle prese con furti di oggetti “acquatici” (nuvole, bicchieri, vasi di fiori…). Nel teatro “i cattivi” vengono sconfitti dall’eroe “Superacqua”, nei panni del quale i cittadini si sono cimentati, mettendoci la faccia e facendosi fotografare. Di volta in volta il “supereroe” ha  assunto diverse sembianze  come ad esempio  un’onda che ha travolto i “privati-ladri d’acqua” o un personaggio che dava uno schiaffo a chi voleva rubargli l’acqua.  Numerosi sono stati i fotografati che riceveranno ora l’immagine tramite e-mail.

Con il decreto Ronchi a partire dal 2012 la gestione delle  risorse idriche nei Comuni passerà in mano alle multinazionali, il cui scopo è finalizzato esclusivamente al guadagno economico. Fino ad ora in tutta la nostra Provincia sono state superate le 20mila firme, ben oltre l’iniziale obiettivo fissato delle 14mila adesioni. I cittadini sono consapevoli che perdere il bene comune acqua significa perdere la democrazia.

La campagna non si è affatto conclusa e ora inizierà l’attività informativa per portare 25 milioni di italiani al voto nella primavera del 2011….. I nostri “Supereroi” del Comitato, insieme a tutti i cittadini veronesi che lo vorranno, sono pronti a continuare…   i “ladri d’acqua” sono avvisati!!!!

Condividi questo contenuto: