La notizia del mancato rinvio a Giudizio degli indagati per il filone di indagine lombarda deve essere compiutamente approfondita. Riservandoci di leggere le motivazioni del provvedimento, riteniamo che ciò non fermi il processo iniziato a Verona che continuerà il 27 marzo 2012 con l’escussione dei testi dell’accusa.

Già nel gennaio 2011 la Corte di Cassazione annullava senza rinvio l’ordinanza del 5 luglio 2010, emessa dal Tribunale di Verona, con la quale si era ordinato il sequestro delle apparecchiature installate nel Comune di Fiesole. I Giudici della Corte di Cassazione avevano riconosciuto che la verifica amministrativa svolta dal Ministero dei Trasporti e la successiva conferma della validità del decreto di approvazione dei , del 27 ottobre 2010, aveva tolto fondamento alla tesi accusatoria formulata dalla Procura di Verona.

La decisione della Cassazione, come quella dei Giudici lombardi, non sono vincolanti per il processo scaligero ma è chiaro che le accuse nei confronti di Arrighetti, indagato per truffa aggravata e frode, potrebbero cadere. Posizione quella di Arrighetti stralciata, peraltro, dal processo di Verona per incompetenza territoriale. E se per l’ing. Arrighetti si potrebbe giungere al proscioglimento, differente è la posizione che riguarda gli altri imputati. La decisione del Supremo Collegio – e, a quanto pare, quella della Magistratura lombarda – non riguardano infatti le accuse rivolte a quest’ultimi. Ovvero truffa e falso in atto pubblico per quanto concerne la durata del giallo e il procedimento di accertamento delle infrazioni.

Sarà la Giustizia a fare il suo corso.

Leggi l’articolo “, prima «stangata» sui cittadini I pm: nessuna truffa, da pagare” su corriereveneto.it

Articoli correlati:

Processo T-Red, saranno sentiti tra accusa e difesa decine di testimoni. A marzo 2012 la prossima udienza per interrogare i testi dell’accusa

T-Red: ecco cosa dice la Cassazione sull’omologazione degli apparati. E intanto in Procura spuntano tre testimoni

Parte il processo T-Red: rinviati a giudizio tre dei quattro indagati

Processo T-Red: all’udienza del 10 febbraio si decide sulla competenza del Tribunale scaligero

T-Red: potrebbero cadere le accuse a carico dell’inventore degli apparati

Processo T-Red: udienza rinviata a febbraio 2011

Processo T-Red: eccepita l’incompetenza territoriale. Nuova udienza il 14.12

Cambiando idea di Mario Zampedri

Multe T-Red: i cittadini si costituiscono parte civile

Condividi questo contenuto: