Agire preventivamente a tutela del risparmio dei cittadini veronesi prima che succeda il prossimo crack finanziario. Serve un confronto a più voci tra istituzioni, associazioni di consumatori, banche e sindacato per stabilire un nuovo patto tra cittadinanza e lavoro e ricostruire la fiducia tradita. …leggi tutto l’articolo »

Si è tenuto giovedì 24 gennaio alle 9.30 al Polo Santa Marta (Aula Smt.11) il convegno conclusivo del progetto camerale Consumo e Risparmio partecipato. L’iniziativa intitolata “Risparmio tradito e lavoro bancario: i vissuti dei soggetti coinvolti” ha illustrato gli esiti del progetto e, in particolar modo, la ricerca espletata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane dell’università di Verona. …leggi tutto l’articolo »

Si terrà giovedì 24 gennaio alle 9.30 al Polo Santa Marta (Aula Smt.11) il convegno conclusivo del progetto camerale Consumo e Risparmio partecipato. L’iniziativa intitolata “Risparmio tradito e lavoro bancario: i vissuti dei soggetti coinvolti” vuole informare la cittadinanza sugli esiti del progetto e, in particolar modo, sulla ricerca espletata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane dell’università di Verona. Si intende iniziare così un confronto, tra associazioni di consumatori, sindacato, istituzioni e banche, per la costruzione di un nuovo patto tra cittadinanza e lavoro: come ricostruire la fiducia tradita, rinsaldare patti virtuosi capaci di ridare vigore al tessuto sociale e alla sua economia. …leggi tutto l’articolo »

Nuovi guai per gli investitori di diamanti. Il Tribunale di Milano, lo scorso 15 gennaio, ha dichiarato con sentenza il fallimento della società Intermarket Diamond Business (Idb), una delle due società attive nella vendita di pietre preziose attraverso l’intermediazione di alcune grandi banche italiane. Il Tribunale milanese ha già incaricato un Curatore per il fallimento e fissato la prima udienza per l’accertamento dello stato passivo al giorno 8 aprile alle ore 10.00. …leggi tutto l’articolo »

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a conclusione di un complesso e articolato procedimento istruttorio, nella riunione del 19 dicembre ha accertato che il sistema di promozione utilizzato dalla società Lyoness Italia S.r.l. per diffondere fra i consumatori una formula di acquisto di beni con cashback (ovvero con la restituzione di una percentuale del denaro speso presso gli esercenti convenzionati) è scorretto in quanto integra un sistema dalle caratteristiche piramidali, fattispecie annoverata dal Codice del Consumo tra le pratiche commerciali in ogni caso ingannevoli. …leggi tutto l’articolo »